ALBERGHI A PALERMO

Alberghi a Palermo

Capoluogo della Sicilia, la suggestiva Palermo non si fa mancare nulla. Lambita dal mar Tirreno, è protetta dala montagne, i Monti di Palermo e si sviluppa su una superficie pianeggiante di circa 160 Kmq, chiamata Piana di Palermo. Un’aquila d’oro che spiega in volo le sue ali su uno sfondo rosso e che tiene tra gli artigli la scritta S.P.Q.P. “Senatus PopulusQue Panormitanus” è il simbolo di questa città ed è un esplicito riferimento al senato di Roma, S.P.Q.R., e all’epoca romana.

Fenicie invece sono le origini del suo nome: prima infatti la città si chiama “zyz”, che significava fiore, forse dovuto alla morfologia del posto che trovandosi tra due fiumi, Papireto e Kemonia, sembrava avere la forma di un fiore. Le origini invece del nome Palermo sono greche, molto probabilmente derivate da “panormos”, che significa “tutto porto”.

La storia di Palermo è affascinante e ricca di influenze culturali. Si hanno dei reperti che affondano le sue origini in epoca preistorica. Ricche di questi ultimi in particolare sono la zona del Monte Pellegrino e quella delle Grotte dell’Addaura. I primi ad arrivare a Palermo furono i Fenici, a cui succedettero i Cartaginesi e i Romani nel 254 A.C.. Grazie al suo porto, Palermo in età romana e non solo, era considerata una città strategica nel Mediterraneo.

La città fu devastata in seguito dalle invasioni barbariche, fu poi occupata dai Bizantini, fino ad arrivare alla conquista da parte degli Arabi, che contribuirono, insieme a tutte le altre precedenti culture che “subì”, a renderla una delle città più affascinanti del tempo. Al XI secolo appartiene la conquista dei Normanni, che insieme agli Svevi, la trasformarono in un punto di snodo commerciale e di collegamento tra Europa e Asia. Questo fu anche il periodo della corte di Federico II, in cui nacque la vita culturale di Palermo.

Gli ultimi a conquistare questa città furono gli spagnoli, il cui dominio durò fino a poco dopo il 1700 e poi arrivarono i Borboni, che la guidarono fino all’unità d’Italia. Numerose sono le bellezze da ammirare a Palermo, in cui si possono riscoprire tutte le influenza a cui il capoluogo siciliano è stato sottoposto nei secoli passati. Se si desidera trascorrere un weekend in questa affascinante città non si può non visitare la cattedrale e le catacombe di Palermo, la Chiesa della Martorana e il Palazzo dei Normanni. Assolutamente suggestivi i mercati popolari di Palermo, luoghi in cui il tempo sembra non sia passato e che hanno mantenuto un fascino tutto loro.

Da non perdere soprattutto per i loro colori ed i loro profumi i mercati di Ballarò e Vucciria, vicino la stazione e la Chiesa della Martorana. Altrettanto caratteristici il mercato del Capo e Borgo Vecchio, che è aperto anche di notte. Se l’intenzione è quella di passare un piacevole weekend, Palermo offre numerosi bed and breakfast, molto caratteristi ed economici. Ovviamente, come tutte le città offre ai turisti con più disponibilità economica anche grandi alberghi come il Grand Wagner, dotato di ogni comfort e agio.

Quasi tutti gli alberghi di Palermo hanno un’ottima vista sul mare e offrono specialità culinarie tipiche siciliane. Un piccolo consiglio è quello di optare per sistemazioni più centrali perché Palermo non garantisce collegamenti costanti e affidabili soprattutto d’estate.

})(jQuery)